Chiese processo per Zonin, istanza per ritorno Carreri

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Cecilia Carreri potrebbe tornare a indossare la toga. Come scrive Sabrina Tomè sul Mattino a pagina 13, l’allora gip chiese già nel 2001 il processo per il presidente della Banca Popolare di Vicenza Gianni Zonin per malagestio ma l’inchiesta fu archiviata. Nel 2008 la giudice lasciò poi la magistratura dopo le accuse di assenteismo per una sua traversata oceanica mentre era in malattia. La Carreri è sempre stata convinta di essere stata invece allontanata in quanto persona “scomoda” e scrisse un libro: “Non c’è spazio per quel giudice – Il crack della Banca Popolare di Vicenza”.

Ora al vaglio del ministero della Giustizia e del Csm, c’è una richiesta formale di rientro in servizio inoltrata ad ottobre. Il magistrato è molto apprezzato tra i risparmiatori beffati dall’ex popolare tanto che, il primo giorno dell’udienza preliminare contro BpVi e i suoi ex vertici, all’esterno del tribunale c’erano molte persone con cartelli che caldeggiavano un suo rientro in servizio. «Ho avuto tante manifestazioni di solidarietà e di incitamento a riprendere la toga», conferma lei.

Tags: , , ,

Leggi anche questo