Razzismo, il “libro bianco”: Verona prima in Veneto

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La provincia di Verona al primo posto in Veneto per razzismo. La classifica, scrive il Corriere del Veneto nell’edizione di Verona a pagina 7, è stilata da Lunaria, associazione di Roma che pubblica ogni tre anni un libro bianco sui casi di discriminazione razziale in Italia. L’ultima edizione datata 2017 dal titolo “Cronache di ordinario razzismo” ha contato da gennaio 2015 1500 episodi di razzismo di cui 190 nel solo Veneto. Tra le città spicca il primato negativo di Verona con 40 casi seguita da Padova con 36. I casi analizzati da Lunaria non si limitano solo a violenze fisiche ma includono anche attività su internet, di siti o blog e le manifestazioni se ritenute a carattere discriminatorio.

Nella provincia scaligera sono stati citati i sit-in e le fiaccolate “antiprofughi” di “Verona ai Veronesi”, la campagna di Forza Nuova contro la moschea a Monteforte d’Alpone, l’avviso del Comune di Affi che allertava i cittadini delal presenza di stranieri di varia nazionalità all’hotel Garda. E ancora: l’incendio doloso a Bovolone ai danni di una struttura destinata all’ospitalità dei richiedenti asilo; le iniziative contro il Cas a Villa Vezza; lo spray al peperoncino in faccia a un nigeriano che chiedeva l’elemosina a San Giovanni Lupatoto. «Abbiamo notato un trend preoccupante – avverte Serena Chiodo una delle firme del libro bianco – gli episodi sono in aumento, ma non c’è assolutamente la percezione che questo stia accadendo. Non solo, il discorso razzista sta diventando via via più “normale”».

(ph: radiosapienza.net)

Tags: ,

Leggi anche questo

  • Kintah

    Amo la mia città <3