Zonin, il legale: «beni ai figli? Ha 80 anni…»

Enrico Mario Ambrosetti, avvocato difensore di Gianni Zonin (in foto), ex presidente di BpVi, commenta la decisione del giudice di emettere i provvedimenti di sequestro conservativo per cinque degli imputati nell’inchiesta sul crac della popolare: «non ci è stato notificato alcun provvedimento, quello che sappiamo lo abbiamo appreso dagli organi di stampa». Come scrive Benedetta Centin sul Corriere del Veneto di oggi a pagina 2, l’avvocato Ambrosetti, riferendosi alla somma di 346 mila euro per le spese di giustizia, rassicura: «Zonin pagherà, così come ha sempre pagato tempestivamente. Ma bastava chiederli».

Sull’accusa rivolta a Zonin di aver trasferito beni a favore della moglie e dei figli, Ambrosetti puntualizza: «il mio assistito è un uomo di ottant’anni.. e comunque non sono stati distratti: i beni sono nella disponibilità dei creditori».