Verona, truffa al telefono: finti filtri anti-Pfas

L’Ulss Scaligera lancia l’allarme: sono all’opera truffatori che propongono di vendere miracolosi filtri anti-pfas in grado di eliminare la presenza di sostanze perfluoroalchiliche dall’acqua del rubinetto. Niente di vero, naturalmente. Si tratta di millantatori che, sfruttando la paura delle persone, provano ad intrufolarsi nelle abitazioni di ignari cittadini. Le segnalazioni, spiega l’azienda sociosanitaria veronese, provengono dalla zona di Vallese. L’invito rivolto alla cittadinanza attraverso i canali social è naturalmente quello di «non prendere alcun appuntamento, allertare conoscenti che vivono da soli (soprattutto le persone anziane), segnalando subito ogni strana telefonata alle forze dell’ordine».

(Ph. Shutterstock)