Politiche, Mascolo ci ripensa: «non mi candido più»

A pochi giorni dal suo annuncio di candidarsi alle prossime elezioni politiche, il giudice Angelo Mascolo fa dietrofront e rinuncia alla corsa elettorale. Come scrive Giorgio Barbieri su La Tribuna a pagina 5, il magistrato famoso per le sue uscite in tema di legittima difesa armata, era inizialmente candidato con il movimento dell’ex sindaco di Verona Flavio Tosi, “Noi con l’Italia”.  «Rivendico il diritto di cambiare idea – ha spiegato – Ci ho pensato bene in questi giorni, e ho capito di essere più adatto a dare pareri. Darò il mio contributo dall’esterno, da tecnico».

Il giudice che aveva recentemente avuto il via libera sull’aspettativa per motivi elettorali dal Consiglio superiore della magistratura, rimette dunque la toga e assicura che la brevissima esperienza politica non ha messo in dubbio la sua indipendenza: «nel mio lavoro ho sempre tenuto ben separati i due aspetti – conclude – per cui non ci sarà alcun problema. Ringrazio invece chi mi ha contattato proponendomi questa sfida».