Bassano, detenuti diventano sarti per bimbi poveri

Cinque detenuti della casa circondariale San Pio X di Vicenza sono stati coinvolti nel progetto “Un filo che unisce” ideato dalle volontarie Elda Moncecchi, Sandra Zilio e Silvana Gasparetti. Come scrive Raffaella Forin sul Corriere del Venetoi partecipanti hanno imparato a cucire per realizzare con le proprie mani 15 copertine in plaid da donare ai bambini svantaggiati dell’istituto “Monumento ai caduti” di Bassano.

«Questi detenuti che in passato hanno commesso un reato contro la società, cercano un riscatto rendendosi utili per gli altri», hanno dichiarato le volontarie. «È anche un modo concreto di portare la bellezza in un contesto degradato» ha aggiunto l’assessore bassanese Mazzocchin.

(ph:Textiles.ncsu.edu)

Tags: ,

Leggi anche questo