«Aeroporto Treviso, stop ampliamento: vittoria cittadini»

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato della deputata M5S Arianna Spessotto (in foto) sull’aeroporto di Treviso

La parziale bocciatura del Masterplan 2030 dell’aeroporto di Treviso da parte del Ministero dell’Ambiente rappresenta un importante riconoscimento per chi, come il Comitato per la riduzione dell’impatto ambientale del Canova, è impegnato da anni sul territorio per riportare lo scalo in una condizione di legalità, a fronte di un ampliamento che si vorrebbe portare al di fuori delle regole. Sono anni che chiediamo al Ministero di intervenire sul fronte del prospettato incremento delle attività aeroportuali del Canova, senza che ci siano dati sufficienti per valutare la reale situazione dell’inquinamento ambientale e acustico dello scalo.

Io stessa ho denunciato il mancato rispetto del limite massimo di movimentazioni annue, 16.300, e l’assenza di efficaci misure di mitigazione ambientale da parte delle compagnie aeree che ignorano deliberatamente i vincoli annui di sorvolo, sia di giorno che nella fascia notturna. La valutazione ambientale dei progetti e la tutela della salute rappresentano una priorità irrinunciabile nella pianificazione e gestione aeroportuale. I cittadini che vivono nei dintorni aeroportuali sono costretti a convivere con gli episodi di vortex strike causati dalla presenza di voli sempre più a bassa quota, senza alcun tipo di risarcimento a carico delle compagnie aeree.

Stesso discorso vale anche per il costante superamento dei limiti stabiliti dalla zonizzazione acustica comunale e dal livello di valutazione del rumore aeroportuale, con danni enormi sul fronte dell’inquinamento acustico. Oggi finalmente le nostre richieste sono state ascoltate, anche se ricordo che lo scalo rimane operativo pur non rispettando i limiti di legge. Come portavoce del M5S, continuerò la mia azione affinché l’attività aeroportuale dello scalo si conformi alle normative vigenti, nel rispetto dell’ambiente e del diritto alla salute.

Arianna Spessotto deputata M5S

Tags: ,

Leggi anche questo