Hacker, ora tocca a Salvini: colpiti sito e pagina Facebook

Questa volta è toccato a Matteo Salvini. Dopo il Partito Democratico, attaccato nei giorni scorsi con la pubblicazione la lista completa degli iscritti di Firenze, nella notte è stata la Lega a finire nel mirino del gruppo hacker AnonPlus. Prima il collettivo ha hackerato il profilo Facebook del candidato premier (vedi foto), dopodiché, poco dopo mezzanotte, sul sito ufficiale del segretario della Lega è comparsa la scritta «AnonPlus combatte i soprusi, le iniquità, le corruzioni».

Gli hacker avrebbero sottratto anche il contenuto delle chat di Telegram del segretario del carroccio.  Un primo blocco di dati è stato pubblicato su Twitter: «Prima trance del database scaricato. Non sono stati filtrati o controllati a voi l’onere e l’onore di farlo», hanno scritto i pirati informatici, che promettono di pubblicare il resto dei dati nei prossimi giorni. I tecnici della Lega avrebbero provato a salvare il salvabile cancellando i database del sito. Tutto inutile: «tutti i database sono stati prelevati e a breve verranno diffusi in rete».

Tags: