YouPol, l’app della polizia attiva a Venezia

08: 25 – Un filo diretto con la centrale operativa della questura, pensato per i giovani. Ieri è stata presentata a Venezia la nuova app “YouPol“, con cui i cittadini, ma soprattutto gli adolescenti, potranno segnalare al 113 possibili episodi di bullismo e di spaccio. Si tratta di un’applicazione gratuita che, attraverso dei semplici passaggi, permette di mettere in allerta le forze dell’ordine in tempo reale. Attraverso il Gps del cellulare sarà possibile localizzare il segnalatore e inviare subito una pattuglia. Il sistema dal novembre scorso è stato testato a Roma, Milano e Catania e da oggi è operativo in tutti i capoluoghi di regione. «A Milano l’applicazione ha reso possibile un arresto in flagrante per droga – ha spiegato il dirigente dell’Ufficio prevenzione generale soccorso pubblico di Venezia, Luca Miori – Ma in altre occasioni più delicate ha consentito di monitorare presunti episodi di bullismo».

Ora partirà un tour nelle scuole del territorio della città metropolitana per far conoscere ai più giovani il nuovo strumento, confidando che possa prendere piede tra i corridoi e le aule delle scuole. L’app, disponibile per i sistemi operativi Android e iOS, permette anche di inviare immagini o testi e funziona in tutto il territorio della provincia, sfruttando il Gps del device. Una volta che la segnalazione viene presa in carico dalla centrale operativa, l’utente riceverà un messaggio automatico. Tutte le richieste d’aiuto e le segnalazioni sono anonime, ma volendo c’è la possibilità di registrarsi inserendo i propri dati. Il pulsante rosso, poi, consente di effettuare una chiamata d’emergenza. “Il prossimo step – ha concluso Miori – è la possibilità di chattare in diretta con i cittadini. È questione di tempo, ma vedrete che la macchina della sicurezza sarà sempre più al passo con l’attualità”. (Fonte: Ansa)

Tags: ,

Leggi anche questo