BpVi, la difesa: «inchiesta non rimanga a Vicenza»

Il processo per il crac della BpVi non deve rimanere a Vicenza. La competenza territoriale del dibattimento, così come dell’inchiesta, è una delle eccezioni che verranno sollevate dai difensori degli imputati davanti al giudice dell’udienza preliminare.

Come riporta il Giornale di Vicenza a pagina 11, la tesi sarebbe motivata dal fatto che i presunti reati commessi dagli ex vertici dell’istituto di credito sarebbero stati compiuti lontano dal capoluogo berico: per il falso in prospetto, l’inchiesta spetterebbe alla procura di Milano, mentre per il reato di ostacolo alla vigilanza, la procura competente dovrebbe essere quella di Roma.

Tags: , ,

Leggi anche questo