Vaccini, Burioni contro Variati: «difende egoisti e scarica i più deboli»

«Caro Sindaco Variati, qui siamo davanti a una questione politica e non scientifica: si tratta di decidere chi garantire. Da una parte ci sono genitori egoisti, oscurantisti che omettono in nome dell’ignoranza un sacrosanto dovere civile, quello di vaccinare i figli. Dall’altra ci sono genitori di bambini malati, appena nati, trapiantati». La stoccata al sindaco di Vicenza arriva dal virologo Roberto Burioni, divenuto una delle figure di spicco nella lotta alla disinformazione sul tema dei vaccini. Sabato scorso, Variati aveva attaccato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, per non aver concesso una proroga alle famiglie non ancora in regola con le vaccinazioni dei figli iscritti a scuola. «Io non ho dubbi su quale parte prendere, ed è quella dei più deboli, quella di chi fa il proprio dovere nei confronti della società, di chi lavora e di chi lotta per rendere questo nostro paese un poco migliore. Lei, al contrario, decide di difendere quell’altra. L’egoismo, l’oscurantismo, il menefreghismo nei confronti dei più deboli».

Burioni ricorda che «chi non ha vaccinato il figlio per ritardi burocratici o per controindicazioni mediche può continuare a frequentare, lo prevede la legge. Quelli che verranno esclusi dall’asilo sono i figli di genitori che non hanno voluto vaccinare i figli, genitori che se ne fregano della legge, se ne fregano degli altri e vogliono essere lasciati liberi di danneggiare gli altri bambini e di seguire superstizioni pericolose». Cosa ne pensa Variati «dei diritti dei bambini che hanno appena subito un trapianto di midollo osseo? Non pensa che esporli al pericolo di un contagio sia una atroce forma di crudele violenza?», domanda provocatoriamente il virologo. «E i bambini troppo piccoli per essere vaccinati?». Infine l’attacco politico: «Proprio nel momento in cui una legge sembra sprigionare i suoi effetti positivi, lei cala le braghe per lisciare il pelo alla parte peggiore della sua città. Peccato».

r.a.

Tags: , , ,

Leggi anche questo