Vicenza, asili: «sospenderemo bambini non vaccinati»

Mancano 20 giorni all’improrogabile scadenza del 10 marzo entro cui i genitori dovranno presentare alle scuole una prova delle vaccinazioni obbligatorie effettuate dai figli o un documento che attesti un appuntamento prenotato all’Asl. «Dovremo emanare atti di sospensione e vedere come farli rispettare – spiega ad Anna Madron sul Giornale di Vicenza a pagina 10 Cosimo Basile, coordinatore dei presidi della città, dirigente del comprensivo 8 di via Prati e di quello di Dueville -. Sarebbe imbarazzante se dovessero nascere degli scontri con i genitori sul divieto di far entrare i loro figli nelle scuole, il rischio che speriamo non si presenti è di dover ricorrere all’intervento delle forze dell’ordine».

«La legge è legge – aggiunge Maria Rosa Puleo, dirigente del Fogazzaro e del comprensivo 1, scuole dell’infanzia Marco Polo e Burci -: se la maggior parte delle famiglie da settembre in avanti ha collaborato, alcune hanno assunto posizioni drastiche. Faremo un ultimo tentativo di dialogo, dopodiché non resta che applicare la normativa». La pena per chi non si adegua è per le scuole dell’infanzia un provvedimento di sospensione firmato dal dirigente scolastico mentre per la primaria una sanzione da 100 a 500 euro.

Tags: ,

Leggi anche questo