Pfas, Bottacin: «fra 3 anni problema risolto»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

L’assessore regionale all’ambiente Gianpaolo Bottacin, interpellato sul tema pfas, afferma che quando il governo accetterà la richiesta della Regione di dichiarare lo stato di emergenza, gli interventi saranno velocizzati. Come Sabrina Tomé sul Mattino di Padova a pagina 16, verrebbe nominato un commissario in carica due anni con il potere di emettere ordinanze sulla sicurezza. «Si rendono più rapide le procedure per la realizzazione del nuovo acquedotto: appalti, espropri, gare – ha detto Bottacin -. La gestione emergenziale consentirà di ridurre i tempi».

L’assessore assicura che l‘inquinamento è già stato ridotto. «I veneti già oggi bevono acqua libera da pfas, come possono riscontrare sul sito Arpav. Per quanto riguarda il nuovo acquedotto, verranno realizzate tratte successive per stralci. Da est dovremmo recuperare 200-250 litri al secondo, da ovest da 50 a 100 litri al secondo intercettando Recoaro, da sud 150. Si arriverà così alla quantità necessaria, di 450 litri. I primi benefici si avranno già nel giro di un anno – conclude l’assessore – ne serviranno circa tre per la soluzione del problema».

Tags: , ,

Leggi anche questo