Treviso, sindaco posta foto con pistola: «minacciata di morte»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Angela Colmellere, sindaca leghista di Miane (Treviso), ha postato un manifesto elettorale di alcuni anni fa su Facebook per rilanciare alcune sue proposte in materia di sicurezza, in vista della sua candidatura alle prossime elezioni. Il post è stato rimosso a causa dei pesanti insulti che hanno accompagnato i vari commenti, conditi addirittura da minacce di morte.

È la stessa sindaca a condannare la violenza di alcuni commenti con un altro post su Facebook: «mi sono limitata ad esprimere una mia opinione (peraltro arcinota) senza attaccare nessuno, in modo non violento, e di contro ho ricevuto minacce, ingiurie di ogni tipo che provvederò a segnalare alle Autorità competenti affinché vengano presi congrui provvedimenti. Peraltro gli attacchi riguardavano la mia persona, non il merito delle mie affermazioni sulla legittima difesa, sulle quali evidentemente questi leoncini da tastiera non hanno argomenti adeguati. I cittadini debbono essere preparati – conclude Colmellere – la detenzione di armi deve essere normata con attenzione e l’uso regolamentato, altrimenti il nostro Paese si trasforma in un Far West».

(ph: Facebook – Angela Collmellere)

 

Tags: , ,

Leggi anche questo

  • don Franco di Padova

    La Sindaca dovrebbe rilassarsi: in Italia la detenzione delle armi o loro parti, è già regolamentata con criteri restrittivi.
    Quanto al loro uso, salvo che al poligono o nell’esercizio della caccia, esso è sempre vietato.
    Se si “vietassero” con altrettanta determinazione i delinquenti, l’Italia sarebbe un vero paradiso.