Treviso, Gentilini: «se Lega azzera Conte potrei trattare»

L’ex sindaco di Treviso Giancarlo Gentilini sbatte la porta in faccia alle aperture nei suoi confronti del segretario nazionale della Lega Matteo Salvini, che lunedì pomeriggio a Treviso ha lanciato i leghisti candidati a Camera e Senato per le elezioni politiche del 4 marzo. «Me ne frego degli appelli di Salvini. Sono solo chiacchiere da comizio, il giorno dopo torna come sempre il vuoto, l’isolamento nei miei confronti – tuona in una articolo di Alessandro Zago su La Tribuna a pagina 19 -. Trattare? Potrei trattare solo se, dopo il 4 marzo, la Lega azzerasse tutto, candidato sindaco compreso, per mettersi intorno a un tavolo e ragionare. Solo così potremmo battere Manildo a maggio».

«Conte non è il candidato giusto per il centrodestra e per Treviso – ribadisce Gentilini che sarà in pista alle comunali con una coalizione di tre o quattro liste a suo sostegno – Il centrodestra senza di me non andrà da nessuna parte. Comunque io, se corro, non corro certo per dare fastidio a Conte. Me ne frego di lui. Io corro per vincere le elezioni».

Tags: , , ,

Leggi anche questo