Accoltellamento Perugia, Casa Pound: «noi aggrediti»

Dopo l’aggressione a un militante di Potere al popolo, accoltellato e portato in ospedale a Perugia, Casa Pound interviene tramite il responsabile regionale umbro Antonio Ribecco (in foto) per fornire la sua versione dei fatti. «Nell’aggressione di questa notte a Perugia gli aggrediti sono i militanti di CasaPound Italia, che si sono limitati a difendersi da un attacco a freddo, come i video della telecamera presente sul luogo dimostreranno» si legge in un comunicato.

«Il nostro nucleo di militanti è stato sorpreso nella notte, mentre era fuori per l’attacchinaggio dei manifesti elettorali – prosegue il comunicato – . A un certo punto, da una macchina, un gruppo di persone a volto coperto, armato di bastoni, è sceso e ha aggredito i nostri militanti, che erano disarmati e non avevano altri oggetti in mano se non la scopa con cui stavano mettendo i manifesti. Auspichiamo che la verità emerga al più presto – conclude Casa Pound Italia Perugia – e che si ponga fine a questa escalation di violenza portata avanti unicamente dall’antifascismo militante e dai suoi padrini politici».

(ph: Facebook – Antonio Ribecco)

Tags: