Immigrazione, Amnesty: «Italia razzista e xenofoba»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Un’Italia intrisa di odio, ostilità, che discrimina, un’Italia razzista e xenofoba, che rifiuta le opinioni diverse, le culture diverse». Con queste parole Gianni Rufini, direttore generale di Amnesty International Italia, descrive la situazione sociale e politica alle soglie del voto, presentando il suo rapporto 2017-2018. «Se la politica non sarà capace di riportare il dibattito sulla retta via, su quella del confronto democratico e civile, sul rispetto delle altre persone – continua Rufini – è un’Italia che rischia di andare a rotoli».

Amnesty International Italia ha creato una task force chiamata “Hate Speech“, che si occupa di monitorare i post che incitano all’odio sui social. L’organizzazione ha anche analizzato i messaggi politici dei candidati alle prossime elezioni. Nel 79% dei casi il tema che più agita gli animi è l’immigrazione. Secondo questo rapporto il 50% delle dichiarazioni al vetriolo contro i migranti proviene da esponenti della Lega. Il leader leghista Matteo Salvini, come riporta Opinione, risponde a Rufini: «voglio riportare in Italia tranquillità, rispetto delle regole e dignità del lavoro. Nessuna violenza, nessuna xenofobia, nessun razzismo. Un’immigrazione limitata e controllata garantirà una conviveva serena e pacifica. Per questo ho chiesto un incontro ai rappresentanti di Amnesty International per spiegar loro quel che la Lega è e fa dove governa per garantire diritti di tutti. Spero di poter avere quest’incontro già nelle prossime ore».

(Fonte: Askanews.it)

Tags:

Leggi anche questo

  • Roby Cap

    Come mai Macron non lo è (xenofobo), vuole espellerli entro 6 mesi, e prima restano rinchiusi…mah….

  • Lupis Tana

    abbiamo accettato milioni di persone, fan quello che vogliono, prendono soldi (i nostri) sono curati meglio di noi, eppure siamo razzisti.
    certo per far bella figura dovremo dargli la nostra casa e le nostre mogli, giovani però… un’Italia al rovescio, Amnesty associazione quasi fuori dalla legalità. t l

  • don Franco di Padova

    Essendo intollerante (agli imbecilli), razzista (nei confronti dei furbastri) e xenofobo (verso coloro che partendo dal centro Africa vogliono imporsi a casa mia), comincerei con l’abolire i parassiti politicamente schierati di Amnesty International.