Vicenza, agente arrestato: «mie tessere sono vere»

Riccardo Sindoca, l’uomo arrestato a Vicenza e sottoposto dal giudice a libertà vigilata, per il possesso di diversi tesserini «simili a quelli in dotazione alle forze dell’ordine», fornisce una sua versione dei fatti, sottolineando che tutti i documenti di riconoscimento in suo possesso sono veri. «La mia tessera è stata emessa regolarmente dal Comando Generale – afferma Sindoca -. Sono creditore per oltre 5.000.000 di euro dalla società Safond Martini S.r.l. e dal suo patron Rino Dalle Rive in prima persona e da qui la diatriba giudiziaria in essere che vede mio ministero.

La mia presenza in Vicenza , procura presso il Tribunale – conclude Sindoca –  era e sarà dovuta in ordine a copiose querele denunce , documentate e fondate e per fatti ed ipotesi di gravissimi reati penali finanche associativi, presentate a far data mese di maggio ultimo scorso e che vedono coinvolte società e personalità , nonché noti professionisti sia berici che patavini e non solo».

(ph: Sindoca.com)

Tags: ,

Leggi anche questo