Mose, 15 imprese al verde: «pagate debiti o chiudiamo»

15 aziende del Mose in attesa del pagamento di 63 milioni di debiti da parte del Consorzio Venezia Nuova, rischiano di dover chiudere. Come scrive Mitia Chiarin su La Nuova Venezia a pagina 18, le aziende nel complesso hanno un fatturato annuo di circa 800 milioni di euro e danno lavoro a circa 1000 dipendenti che ora rischiano di essere lasciati a casa. L’allarem lo ha lanciato ieri Ance Venezia. Secondo l’associazione dei costruttori, se le imprese esposte non dovessero essere pagate, c’è il rischio che l’opera non sia conclusa.

È indispensabile «che l’opera sia portata a termine e che non si possa in nessun modo pensare di lasciarla incompiuta – è l’appello del presidente Ance Venezia Ugo Cavallin -. È tempo di rimettere l’ultimazione dell’opera e il suo funzionamento al centro dell’attenzione di tutti gli attori, diretti e indiretti: Ministero, Regione Veneto, Comune di Venezia, commissari, soggetti privati. Perché ne va della credibilità di questa città e del paese intero».

Tags: , , ,

Leggi anche questo