Mose, 15 imprese al verde: «pagate debiti o chiudiamo»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

15 aziende del Mose in attesa del pagamento di 63 milioni di debiti da parte del Consorzio Venezia Nuova, rischiano di dover chiudere. Come scrive Mitia Chiarin su La Nuova Venezia a pagina 18, le aziende nel complesso hanno un fatturato annuo di circa 800 milioni di euro e danno lavoro a circa 1000 dipendenti che ora rischiano di essere lasciati a casa. L’allarem lo ha lanciato ieri Ance Venezia. Secondo l’associazione dei costruttori, se le imprese esposte non dovessero essere pagate, c’è il rischio che l’opera non sia conclusa.

È indispensabile «che l’opera sia portata a termine e che non si possa in nessun modo pensare di lasciarla incompiuta – è l’appello del presidente Ance Venezia Ugo Cavallin -. È tempo di rimettere l’ultimazione dell’opera e il suo funzionamento al centro dell’attenzione di tutti gli attori, diretti e indiretti: Ministero, Regione Veneto, Comune di Venezia, commissari, soggetti privati. Perché ne va della credibilità di questa città e del paese intero».

Tags: , , ,

Leggi anche questo