Elezioni, rebus maggioranza: alcuni possibili scenari

I risultati non sono ancora definitivi ma una cosa è certa: nessuno, da solo, ha la maggioranza. Ecco alcuni scenari possibili: M5s, primo partito, avrebbe la maggioranza se si alleasse con Lega e/o FI (che sembrano aver sbarrato le porte) oppure con il Pd (che tentenna). Altra ipotesi potrebbe essere un Governo tecnico sostenuto da centrodestra e centrosinistra e in questo caso il Movimento Cinque Stelle sarebbe non determinante. Una eventuale alleanza tra M5s e Leu non avrebbe la maggioranza in Parlamento, stessa cosa per una ipotetica maggioranza Pd e Fi.

Luigi Di Maio sarebbe già al lavoro con il suo staff per elaborare delle strategie. Parola d’ordine: niente passi falsi. Dalle parole del deputato Riccardo Fraccaro, la mossa del Movimento 5 Stelle sembrerebbe quella di presentare, forse già oggi o domani, una decina di punti agli altri partiti. Una sorta di programma di un governo di scopo con un orizzonte più ampio che strizza però l’occhi al Partito Democratico (con clausola importante: la testa di Renzi deve cadere). Sembra molto improbabile, invece, una coalizione con la Lega anche se viene specificato che «parleremo con tutte le forze politiche».

Renzi dal canto suo non molla: «resto segretario anche se va male. Se il Pd non è primo partito, va all’opposizione». Quest’ultima frase sembra avere un destinatario particolare: Sergio Mattarella, che nn pensi di cercare i voti Dem per un eventuale governo con il M5S.

Ph: possibile.com

Tags:

Leggi anche questo