Creazzo (Vi), manifestazione contro chiusura dell’hotel Vergilius

L’Hotel Vergilius di Creazzo (Vicenza) è prossimo alla chiusura. L’8 marzo la struttura, meta di congressi e incontri del mondo dell’associazionismo licenzierà i circa 30 lavoratori e lavoratrici. I sindacati Filcams Cgil e Fisascat Cisl avevano proclamato stamattina una protesta davanti all’albergo. «È una situazione surreale e incomprensibile visto l’ottimo posizionamento commerciale di una struttura che funziona e riferimento provinciale nel settore alberghiero, dei centri Wellness e delle attività congressuali» attaccano Antonio Cunsolo (Cgil) e Matteo Bocchese (Cisl). «La struttura negli ultimi anni ha attraversato delle situazioni di crisi finanziarie, ma non lavorative».

Gli sforzi di Rsu interne e sindacati per salvaguardare l’occupazione «sembrano ora vanificati dalla scelta della società Coronation srl, che ha acquistato l’immobile dal fallimento Pleadi, di chiudere l’immobile in attesa di una futura elaborazione di un piano industriale». Un vero e proprio shock per i 30 lavoratori e lavoratrici che oggi si sono fatti sentire, con un sit-in fuori dall’Hotel di Creazzo per sensibilizzare l’opinione pubblica.

«Siamo fortemente preoccupati -, concludono le Organizzazioni Sindacali territoriali – perché, ad oggi, non conosciamo il futuro di questa struttura e i lavoratori non hanno avuto nessuna garanzia di continuità lavorativa da parte della nuova proprietà. Oltre al danno anche la beffa: la nuova proprietà avrà pure bisogno di cameriere, receptionist, donne delle pulizie e portieri per far funzionare la struttura. Ad oggi nessuna risposta. Solo un “beffardo” regalo per la festa delle donne. La perdita del posto di lavoro. Chiediamo quindi che queste lavoratrici/ori vengano ascoltati, magari in un tavolo di confronto in cui siano presenti anche le istituzioni».

Tags: ,

Leggi anche questo