Mimose abusive, sequestrati 800 mazzi a Venezia

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il Corpo della Polizia Locale di Venezia ha predisposto un servizio mirato di contrasto al commercio abusivo di mimose in occasione della Festa della donna. Tale servizio, che ha visto impegnati fin dalla mattina personale del Servizio Sicurezza urbana, Servizio Polizia di prossimità Città di Terraferma, e del Servizio Attività Produttive Terraferma, ha portato al sequestro di 795 mazzi di mimose e alla contestazione di 4 verbali amministrativi e 49 verbali di rinvenimento.

L’attività di contrasto, diffusa su tutto il territorio di terraferma, si è concentrata soprattutto lungo le principali arterie di traffico, da via Miranese a via Fratelli Bandiera fino a via Martiri della Libertà, senza tralasciare le principali vie del centro come Corso del Popolo e via Torino. E’ stato inoltre sequestrato il banchetto per la vendita abusiva che un cittadino italiano, già sanzionato dalla Guardia di Finanza, aveva allestito a fianco della rotonda che da Trivignano porta a Olmo di Maerne.

Tags: ,

Leggi anche questo

  • don Franco di Padova

    Onore salvo?
    Esazioni assicurate?
    Possiamo tollerare invadenti venditori, in tutto clandestini; possiamo tollerare borseggiatori, ma non certo che, per un giorno, vi siano venditori di mimose.