Venezia, non le conteggiano maternità: vince causa contro azienda

La Corte d’appello di Venezia-sezione Lavoro ha dato ragione ad un’addetta di scalo all’aeroporto Marco Polo che aveva citato il suo datore di lavoro, la Aviapartner, per discriminazione di genere. Come scrive Mitia Chiarin su La Nuova Venezia a pagina 26, la 45enne e madre di due figli, non si era vista conteggiare le due assenze per maternità nel computo per l’anzianità di servizio necessaria per la progressione in carriera. La multinazionale belga del settore handler era stata condannata già in primo grado e, dopo aver fatto ricorso, è stata condannata di nuovo in Appello.

Nella sua sentenza la Corte ha fatto riferimento ad una direttiva europea che riconosce l’incondizionato diritto della donna lavoratrice di beneficiare, al rientro al lavoro dopo la maternità, degli eventuali miglioramenti delle condizioni di lavoro che le sarebbero spettati durante la sua assenza, compreso il diritto di non subire pregiudizi nell’avanzamento di carriera. Insomma, una bella notizia per l’avanzamento dei diritti delle donne proprio nella giornata dell’8 marzo.

Tags: ,