Cittadella (Pd), permessi in cambio di sesso: indagato assessore

16:26 – Tentata concussione: è questa l’accusa che ha portato l’assessore al commercio di Cittadella, Filippo De Rossi, ad essere iscritto nel registro degli indagati della procura di Padova. A denunciare il fatto due commercianti ambulanti ai quali l’assessore avrebbe chiesto, in modo velato in un caso e più esplicito nell’altro, favori sessuali in cambio di una regolarizzazione della loro posizione.

Il primo episodio risalirebbe all’autunno del 2016, il secondo al Natale dello stesso anno. Dopo aver respinto le avances, le domande di regolarizzazione delle due donne non sarebbero state accettate. Le due hanno aspettato diversi mesi prima di denunciare per paura di subire ritorsioni negli affari. Oggi la Guardia di finanza ha notificato l’avviso di garanzia a De Rossi e l’invito a comparire davanti al pm Sergio Dini. (Fonte: Ansa – 15:26)

+++ AGGIORNAMENTO 18:45+++
Si è dimesso dalla giunta l’assessore al commercio di Cittadella Filippo De Rossi, indagato con l’accusa di tentata concussione. Era stato eletto nel 2016 con la lista civica “Forza Cittadella” a sostegno dell’attuale sindaco leghista Luca Pierobon.

Il legale: «il mio assistito respinge tutte le accuse. Conosce effettivamente le due donne che lo hanno accusato, ma perchè è un assessore molto attivo ed è in contatto con tutti i commercianti. Ma assolutamente respinge quanto dichiarato dalle due. Ha deciso di dimettersi per potersi difendere con più tranquillità. Spiegherà i fatti quando comparirà davanti al pm la prossima settimana». (Fonte: Ansa – 17:45)