“Loro”, il trailer del film su Berlusconi fa infuriare Forza Italia

Alzata di scudi da parte di Forza Italia dopo la diffusione del primo trailer del film “Loro” di Paolo Sorrentino, sulla vita di Berlusconi, interpretato da Toni Servillo. La prima reazione, ripresa da Tommaso Labate sul Corriere della Sera, è arrivata dall’avvocato Niccolò Ghedini: «Sinceramente abbiamo altro a cui pensare. Berlusconi aveva parlato di possibile aggressione politica? Si vede che, dalle voci che aveva, considera questo film una boiata come tante altre». Ghedini minimizza. «Non credo che Sorrentino, che è un bravo regista, si sia spinto oltre i confini del diritto di satira o di critica. Certo, poi vedremo e decideremo se fare qualcosa. Ma non abbiamo fatto nulla per fermare neanche Il Caimano di Moretti, che pure finiva con l’incendio del tribunale».

Molto più duro Renato Brunetta. «Da quei trenta secondi e da quello che ho sentito, mi sembra che sia una cosa ignobile. Una di quelle robe che a me fanno schifo, che si ritorcerà contro chi l’ha fatta e che finirà, come sempre, per far guadagnare consensi a Berlusconi. Sorrentino avrà disegnato Berlusconi con la cupezza di quei registi d’accatto…». E Maurizio Gasparri, che già aveva ribattezzato “La Grande Schifezza” il film premio Oscar di Sorrentino, rincara la dose: «sarà sicuro un film pieno di luoghi comuni, l’ennesima operazione denigratoria nei confronti di un uomo troppo buono… Sì, Berlusconi è troppo buono. Quando l’anno scorso ho letto che aveva invitato a pranzo Sorrentino ho pensato: “Ma che ca… lo invita a pranzo a fare? Io non inviterei mai a pranzo uno come Sorrentino…”». Quindi l’affondo: un film «degno di Sorrentino, che disistimo con meritata convinzione. Va compatito».

(Ph. Gianni Fiorito / Indigo Film)

 

Tags: