Espulso ex calciatore Verona: «odio anti-occidentale»

Mame Fily Sall, senegalese di 22 anni, è stato espulso dall’Italia e rimandato in Senegal dopo che la polizia si è recata a casa sua a Torrebelvicino (Vi). Il ragazzo aveva attirato l’attenzione della Digos cercando armi e sostanze chimiche. A quanto pare Sall si era radicalizzato e avvicinato all‘Isis, coltivando un odio sempre più profondo per il mondo occidentale. Come scrive Valentino Gonzato sul Giornale di Vicenza  a pagina 12, il giovane senegalese è un ex calciatore della Primavera dell’Hellas Verona.

Secondo la questura si tratta di un “lupo solitario”, non legato ad altre cellule terroristiche. Dopo che l’Hellas Verona ha deciso di non rinnovargli il contratto, il ragazzo si è trovato senza lavoro ed ha iniziato a «nutrire un forte risentimento verso il mondo occidentale», come spiega il vice questore e dirigente della Digos Nevio Di Vincenzo. Lo scorso 13 febbraio il giovane era stato denunciato dai carabinieri perché girava per Schio con un coltello.

(ph: Facebook – Mame Fily Sall)