Elezioni Vicenza, rebus centrodestra: Rucco tira dritto

«Il mio progetto civico va avanti in ogni caso. Valutiamo tutte le ipotesi, soprattutto se sono indirizzate a un progetto di unità del centrodestra. Ma un eventuale mio passo indietro dovrebbe essere ben ponderato. Non mi pare proprio che ci siano le condizioni. La candidatura di Donazzan? Finora sono solo delle voci». Così il candidato sindaco di centrodestra a Vicenza, Francesco Rucco (in foto), ha commentato l’ipotesi di candidatura dell’assessore regionale Elena Donazzan, a margine del convegno “Sicurezza urbana e partecipata”, tenutosi ieri all’hotel De la Ville. Come riporta Paolo Mutterle sul Giornale di Vicenza a pagina 18, Valerio Sorrentino, ex vicesindaco della giunta Hüllweck e presidente di Idea Vicenza, parla di ennesimo nome calato dall’alto.

«Prendo atto che una parte di Forza Italia si rende conto della debolezza del loro candidato. Questo conferma le nostre perplessità su Fabio Mantovani, che non è il candidato sindaco idoneo. Detto questo quella di Donazzan sarebbe una candidatura di ripiego». Per Sorrentino, «non c’è nessun motivo perché Francesco non possa essere il candidato unico di tutto il centrodestra. È conosciuto, è agguerrito, si è già messo in corsa, sabato scorso l’inaugurazione della sede elettorale è stato un successo. Ha già ottenuto il consenso di tante liste civiche, è un candidato forte, ha esperienza amministrativa, entusiasmo, da anni porta avanti battaglie in città. Perché servirebbe qualcun altro?».