Addio Corry, cane-coraggio vittima di maltrattamenti

Corry, diminutivo di coraggio, era un cane lagotto che nel 2014 fu vittima di gravi maltrattamenti. L’Enpa di Faenza lo adottò e si prese cura di lui seguendone le vicende e dando la notizia della condanna a 6 mesi del suo padrone. «Disidratato, denutrito, senza pelo, dilaniato da malattie e parassiti; trascorreva le sue giornate chiuso in casa, spesso senza l’opportunità di espletare i propri bisogni fisiologici. Trovato immerso nelle proprie feci e divorato dalle pulci, il cane, di circa 10 anni, andò incontro a un lungo percorso riabilitativo sotto la supervisione della clinica veterinaria accademica di Ozzano» scrive su Facebook l’Enpa, che ieri ha dato la notizia della sua morte. Il cane era anziano ed è stato portato via da un’insufficienza renale.

Ci auguriamo che la sua storia, che ha commosso e coinvolto centinaia di persone, possa continuare a essere il simbolo di una presa di coscienza collettiva, capace di sensibilizzare sempre più persone al rispetto per gli animali.

Tags: