Padova, fumetto su foibe: nuovo altolà di Giordani

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Nuovo stop a Padova alla presentazione del fumetto “Foiba Rossa – Norma Cossetto, storia di un’italiana”. Come scrive l’edizione di Padova del Corriere del Veneto a pagina 10, dopo le proteste degli studenti dell’Esu che avevano portato alla cancellazione dell’evento previsto inizialmente per il 20 marzo, gli organizzatori, tramite una richiesta istituzionale al Comune inoltrata  dall’ex vice sindaco Eleonora Mosco (Forza italia) per conto dell’assessore regionale Elena Donazzan, hanno chiesto uno spazio per il 4 aprile alla Fornace Carotta in via Siracusa.

Ma il Comune sbatte di nuovo la porta: «la richiesta non può essere accolta come momento istituzionale con conseguente gratuità delle spese ed esenzioni – spiega una nota -. L’associazione che firma tale iniziativa deve fare richiesta alle stesse condizioni a cui sono sottoposti tutti gli altri enti, associazioni o partiti». La decisione del Comune sembra inoltre essere legata al recente regolamento che vieta le sale pubbliche ad associazioni che si ispirano in qualche modo al fascismo.

Tags: ,

Leggi anche questo

  • don Franco di Padova

    Povero Giordani se equipara gli infoibati ai fascisti.
    Gli amici del suo amichetto, torturavano ed uccidevano infoibando, per odio politico e razziale dimostrando d’essere, nei disvalori, molto più fascisti degli originali nostrani.