Vicenza, Dalla Rosa: «sicurezza, 50 stranieri “sentinelle”»

Cento telecamere intelligenti e 50 volontari stranieri. Sono le prime proposte del candidato sindaco di Vicenza Otello Dalla Rosa in tema di sicurezza urbana: «una priorità per i vicentini e per questo lo sarà anche per il sindaco, che avrà la delega sulla sicurezza per garantire la massima attenzione. Le nostre proposte andranno sempre nel segno della concretezza, dell’innovazione e della partecipazione», ha premesso questa mattina Dalla Rosa insieme a Giacomo Possamai nel presentare le due misure. La prima, «sostenibile sia tecnicamente, grazie all’uso di un apposito software, sia economicamente», prevede la presenza in città di 100 telecamere intelligenti che, grazie alla grande flessibilità d’uso, potranno essere tarate singolarmente per la rilevazione e segnalazione di situazioni “anomale”. «L’obiettivo – ha sottolineato il candidato di centrosinistra – è di trasformare in telecamere intelligenti quelle già presenti in città e di aumentarne il numero del 25% in un anno, portandole complessivamente a 100».

L’altra forma innovativa di controllo del territorio riguarda la creazione di una squadra di volontari stranieri per la sicurezza urbana. Cinquanta ausiliari, ben riconoscibili e adeguatamente formati e attrezzati, che agiranno da “sentinelle” in diretto contatto con le forze dell’ordine, soprattutto nelle aree di più calde della città. «Il coinvolgimento degli stranieri è fondamentale – spiega Dalla Rosa – perché i volontari avranno anche una funzione sostanziale di mediazione culturale. Il loro compito sarà quello di presidiare le diverse zone della città, segnalando alle forze dell’ordine eventuali comportamenti illeciti o situazioni anomale. Il loro apporto potrà dare un contributo importante al lavoro di intelligence che già viene fatto dagli organi preposti. Conosciamo tutti le carenze che purtroppo ancora ci sono negli organici della polizia locale. Sfruttare le opportunità offerte dalle tecnologie e coinvolgere i volontari – ha concluso – sono oggi delle strade che possono aiutarci ad aumentare il controllo e la presenza nel territorio, per essere sempre di più vicini ai cittadini».