Gay fuori da lista? Conte a Gentilini: «non si discrimina»

non usare

Il candidato sindaco della Lega di Treviso Mario Conte è intervenuto a commento delle dichiarazioni dell’ex sindaco “sceriffo” Giancarlo Gentilini sull’esclusione degli omosessuali dalla sua lista. Come scrive Federico de Wolanski su La Tribuna le dichiarazioni di Gentilini, che aveva polemizzato molto contro la scelta di candidare Conte, non sono piaciute.

«Se abbiamo scelto come slogan “Siamo tutti trevigiani“- ha detto Conte – l’abbiamo fatto perché partiamo dal principio che tutti vogliano una Treviso migliore e tutti si vogliano mettere a disposizione della città. Il nostro progetto è inclusivo – aggiunge il candidato sindaco – e non prende nemmeno in considerazione di giudicare o valutare le persone sulla base delle loro vite personali. Chi discrimina non è ben accetto. Gentilini si allinei».