Sparatorie a Londra, morta 17enne: grave 16enne

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Questa notte a Londra ci sono state due sparatorie nella parte nord della città. Una ragazza di 17 anni è morta colpita da un proiettile alla testa nel quartiere di Tottenham. Poco prima è stato trovato un 16enne con gravi ferite provocate da arma da fuoco nell’area di Walthamstow mentre un altro quindicenne è rimasto ferito più lievemente. Gli episodi, sulle cui dinamiche si sta ora investigando (non ci sono fermi o arresti), si inseriscono in un periodo di recrudescenza della criminalità a Londra.

Da un confronto dei dati della polizia riportati dal Sunday Times e dalla Bbc, è emerso che a febbraio e marzo nella capitale britannica ci sono stati più omicidi che a New York (15 a febbraio e 22 a marzo contro i 14 e 21 casi registrati nella Grande Mela). Secondo la polizia le sparatorie di ieri notte non sono collegate.

 

(Fonte: La Repubblica)

 

(ph: diaiz.co)

Tags:

Leggi anche questo

  • don Franco di Padova

    Mi sembra che Londra fosse indicata come esempio di accoglienza, tolleranza e di civile convivenza.
    Forse, queste virtù, un tempo possibili in condizioni culturalmente omogenee, non sono più praticabili.
    A furia di parlare di uguaglianza supposta, non siamo più in grado di valutare le differenze reali e agiamo “come se fosse” anziché riferendoci a “com’è”. Siamo solo all’inizio…

  • Orfeo Smania

    L’Inghilterra ha fatto della accoglienza la sua bandiera. Ha accolto tutti da tutto il mondo.. e vorrei ben vedere , con tutte le colonie che aveva e ha in giro per il mondo, poi, come si doveva immaginare se accogli troppo il troppo stroppia… e quindi a partire che il nome più diffuso in quel paese è Mohamed e che non hanno una cucina locale e che il sindaco di Londra è Indiano e che la lingua ufficiale è ” di tutto e di più ” ma non l’inglese, infatti di inglese a londra c’è rimasto solo il Big Ben e la Regina, tutto il resto… non pervenuto !!!