Agroalimentare, obbligatorio indicare stabilimento su etichette

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Da oggi 5 aprile 2018 scatta l’obbligo di indicare in un’etichetta lo stabilimento di produzione del prodotto, che si tratti di uova, olio, verdure o caffè, tutto il settore agroalimentare dovrà adeguarsi al decreto varato nel 2017. Le sanzioni per negozi, supermercati e soprattutto produttori e distributori che non presenteranno le etichette sui generi alimentari vanno da 2 a 15 mila euro.

«I consumatori per l’84% ritengono fondamentale conoscere, oltre l’origine degli ingredienti, anche il luogo in cui è avvenuto il processo di trasformazione – spiega Coldiretti in una nota, aggiungendo che  – è consentito indicare tutti gli stabilimenti purché quello effettivo sia evidenziato mediante punzonatura o altro segno identificativo, mentre nel caso di prodotti non destinati al consumatore finale ma alla ristorazione collettiva (ristoranti o mense) o all’azienda che effettua un’altra fase di lavorazione, ci si può limitare a indicare la sede dello stabilimento solo sui documenti commerciali di accompagnamento».

(Fonte: agronotizie.imagelinenetwork.it)

(ph: Facebook – Coldiretti Giovani Impresa)

 

Tags:

Leggi anche questo