Piombino Dese, il 18enne investito è morto annegato: si poteva salvare

È morto annegato Ihab Abou El Seoud, lo studente di Levada di Piombino Dese (Padova) investito da un’auto sabato notte. L’impatto con il veicolo, guidato da una 19enne di Trebaseleghe che è poi scappata senza prestare soccorso, non è stato fatale. Nel corso dell’autopsia, infatti, sul corpo del giovane non sono stati trovati lesioni rilevanti. Nello schianto ha però perso conoscenza ed è finito privo di sensi nel canale adiacente alla strada.

Pertanto, come scrive Cristina Genesin sul Mattino, se la giovane pirata, anziché fuggire, si fosse fermata e avesse chiamato aiuto, il giovane avrebbe forse potuto salvarsi. La ragazza è già indagata per omicidio stradale e omissione di soccorso – alla madre aveva raccontato di aver investito un cane, prima di ravvedersi e costituirsi -, ma ora, dopo l’esame autoptico, alle accuse contestate potrebbe aggiungersi anche il reato di fuga da incidente.

(Ph. Facebook)

Tags: ,

Leggi anche questo