Venezia sempre più vecchia, la salvano gli stranieri

Venezia non è una città per giovani. A certificare il calo demografico, l’invecchiamento della popolazione e lo spopolamento del centro è il rapporto degli uffici di statistica alla prima commissione consiliare. Come scrive Giacomo Costa a pagina 11 dell’edizione di Venezia del Corriere del Veneto, con 261.321 abitanti l’intera città metropolitana è l’undicesima più popolosa d’Italia ma negli ultimi 17 anni si sono perse più di 14 mila persone. Nonostante il tasso di decrescita stia rallentando passando dal -5,5 del 2016 al -2,2 del 2017,  nello stesso periodo di tempo Venezia capoluogo ha perso 410 abitanti in favore della terraferma. In generale chi si sposta va a Mestre per trovare residenze a prezzi più economici.

Questi flussi contribuiscono all’invecchiamento generale della popolazione: con 47 anni Venezia è la seconda città più vecchia d’Italia, seconda solo a Genova. Basti pensare che tra gli italiani si contano 300 over 65 ogni 100 bambini dai 0 ai 14 anni. Ad abbassare la media anagrafica sono gli stranieri che in tutto il territorio veneziano sono 36 mila. Essi rappresentano il 13 per cento della popolazione totale, il 7 per cento a Venezia, il 17 a Mestre, il 22 a Marghera. Gli stranieri (la nazionalità più rappresentata è il Bangladesh, i meno numerosi sono i coreani) hanno un’età media di 34 anni.

(ph: fotothing.com – creative commons)

Tags: , , ,

Leggi anche questo