«Banche venete, pronto il decreto per i rimborsi»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

08:30 – «Lascio a future valutazioni  se e quanto allora prospettato sia stato raccolto o se, tutti insieme, possiamo dire di aver perduto, mi sia permesso di dire, come veneti, un’occasione per realizzare non un salvataggio, come poi effettuato necessariamente dal governo, in extremis, dopo il deteriorarsi ulteriore della situazione e il fallimento della strategia di coinvolgimento sopra prospettata. Ma un vero rilancio del sistema finanziario e creditizio veneto, funzionale sia ai risparmiatori veneti sia all’intera economia del nostro territorio». Lo ha detto il sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta nella seconda audizione della nuova Commissione d’inchiesta istituita dal consiglio regionale del Veneto.

Il sottosegretario ha ricostruito i passaggi che nell’ultimo anno hanno portato dagli stress test Bce al progetto di fusione “Tiepolo” passando alle difficoltà nel trovare un partner privato per la ricapitalizzazione al decreto di liquidazione coatta amministrativa di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca e alla cessione della parte sana delle due banche a Intesa San Paolo. Fino ad arrivare alle recenti indicazioni di Eurostat su debito e deficit. «In questi giorni, stiamo lavorando al decreto applicativo – ha spiegato Baretta – che era previsto fosse varato entro la fine di marzo. Il ministro Padoan e il sottoscritto hanno chiesto agli uffici preposti di accelerare la definizione del testo, sulle cui caratteristiche le indicazioni politiche che abbiamo dato sono quelle di un approccio a maglie larghe. L’unico vincolo -ha concluso il sottosegretario – è rappresentato dall’ordine di effettuazione dei rimborsi sulla base della cronologia delle domande, fino all’esaurirsi delle risorse destinate». (Fonte: Ansa 06/04/ 13:45)

Tags: , , ,

Leggi anche questo

  • Adriano Tolomio

    Perchè alimentare aspettative?! Le elezioni ci sono già state e voi avete perso.