Jesolo, padovano picchiato in discoteca: «erano in 7, mi hanno rotto il naso»

La domenica di Pasqua il dj di fama internazionale Bob Sinclair era al King’s di Jesolo e una gran folla, forse più di 1000 persone, si trovava nella discoteca per ballare. Un ragazzo di 24 anni di Galzignano Terme (Padova), è stato colpito al naso procurandosi una frattura al setto nasale. Ne avrà per 15 giorni e ha presentato denuncia contro ignoti. Come scrive Giovanni Cagnassi su La Nuova Venezia a pagina 34,  la versione di Alessandro Boaretto, la vittima, non coincide con quella di Alex Visentin, anche lui padovano, uno dei gestori del locale.

«Non sono intervenuti i buttafuori presenti nel locale in quanto non c’era nessuno di controllo in quell’area centrale» dice Boaretto. Lo abbiamo assistito in tutti i modi – spiega Visentin – e lo abbiamo accompagnato nella nostra infermeria, con due medici, che siamo tra i pochi ad avere direttamente nel locale. Il ragazzo non era grave, sembrava avesse solo un taglietto al naso. È stato subito visitato. Ha detto di essere stato picchiato in pista e poi ci ha ringraziato per l’assistenza ricevuta. Gli abbiamo restituito il prezzo del biglietto e lui ci ha nuovamente ringraziato per la disponibilità. Abbiamo venti uomini impiegati per la sicurezza e con migliaia di persone nella discoteca non potevamo certo trovare chi lo ha picchiato anche perché era confuso e non ci sono state date spiegazioni particolari sull’accaduto». Secondo la versione di Boaretto, lui avrebbe chiesto a chi gli stava dietro di non spingere, perché non c’era più spazio per andare avanti e in tutta risposta avrebbe ricevuto un gancio in pieno volto.

Tags: ,

Leggi anche questo