Jesolo, padovano picchiato in discoteca: «erano in 7, mi hanno rotto il naso»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La domenica di Pasqua il dj di fama internazionale Bob Sinclair era al King’s di Jesolo e una gran folla, forse più di 1000 persone, si trovava nella discoteca per ballare. Un ragazzo di 24 anni di Galzignano Terme (Padova), è stato colpito al naso procurandosi una frattura al setto nasale. Ne avrà per 15 giorni e ha presentato denuncia contro ignoti. Come scrive Giovanni Cagnassi su La Nuova Venezia a pagina 34,  la versione di Alessandro Boaretto, la vittima, non coincide con quella di Alex Visentin, anche lui padovano, uno dei gestori del locale.

«Non sono intervenuti i buttafuori presenti nel locale in quanto non c’era nessuno di controllo in quell’area centrale» dice Boaretto. Lo abbiamo assistito in tutti i modi – spiega Visentin – e lo abbiamo accompagnato nella nostra infermeria, con due medici, che siamo tra i pochi ad avere direttamente nel locale. Il ragazzo non era grave, sembrava avesse solo un taglietto al naso. È stato subito visitato. Ha detto di essere stato picchiato in pista e poi ci ha ringraziato per l’assistenza ricevuta. Gli abbiamo restituito il prezzo del biglietto e lui ci ha nuovamente ringraziato per la disponibilità. Abbiamo venti uomini impiegati per la sicurezza e con migliaia di persone nella discoteca non potevamo certo trovare chi lo ha picchiato anche perché era confuso e non ci sono state date spiegazioni particolari sull’accaduto». Secondo la versione di Boaretto, lui avrebbe chiesto a chi gli stava dietro di non spingere, perché non c’era più spazio per andare avanti e in tutta risposta avrebbe ricevuto un gancio in pieno volto.

Tags: ,

Leggi anche questo