Roma, falsa cieca fa shopping da sola: è moglie ammiraglio Treu

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Sarà processata per truffa ai danni dello Stato Paola Morandi, moglie dell’ammiraglio Paolo Treu, che si è sempre distinta per iniziative benefiche a favore dei non vedenti. Dal 1996 riceve un assegno di invalidità del valore di circa 800 euro al mese, che in 20 anni sono circa 200 mila euro. I carabinieri però possono imputarle solo gli ultimi 9 anni di assegni, perché sui precedenti è caduta la prescrizione.

Nel 2013 l‘Inps ha sorteggiato a caso il suo nome per i controlli periodici su chi riceve assegni di invalidità. Le forze dell’ordine l’hanno seguita e, secondo loro, si muoveva con molta disinvoltura al mercato, da sola, sceglieva accuratamente i vestiti, accostandoli per cercare l’abbinamento cromatico migliore, attraversava la strada con rapidità. La relazione dei carabinieri ha convinto la procura, la diagnosi precedente di atrofia ottica bilaterale da malattia di Leber non sarebbe compatibile con le azioni svolte dalla Morandi, che non può essere considerata, secondo le forze dell’ordine e la procura, una cieca assoluta. Quindi potrebbe essere ipovedente, ma aver percepito un assegno di invalidità superiore al dovuto.

(Fonte: Corriereadriatico.it)

(Ph: YouTube – Tv2000)

Tags: ,

Leggi anche questo

  • IEZZA MICHELE

    Chissa’ cosa ne pensa il sig. Ammiraglio, suo marito.

    • Mariano Fantinucci

      Chissà come è arrivato a fare l’ammiraglio …..

  • Lidia Borghi Sagone

    Di solito quando si diffonde una notizia
    falsa, c’è l’obbligo della rettifica. Collegh* giornalist*, dove siete?
    Conoscete la deontologia giornalistica? La LHON e’ una malattia
    mitocondriale devastante. Vergognatevi!

    • Paolo Maria Ciriani

      evidentemente la diagnosi iniziale è minata da grave errore o peggio …..magari solo perchè la diagnosi è stata fatta in un ospedale militare……