Capodoglio morto, in pancia 29 chili di rifiuti prodotti dall’uomo

Un ritrovamento che ha choccato l’intera Spagna quella del capodoglio trovato morto su una spiaggia di Cabo de Palos, in piena Murcia. L’esemplare lungo 10 metri è stato esaminato dal centro faunistico di El Valle che ha scoperto la causa della morte: il cetaceo, già a rischio estinzione, aveva ingerito talmente tanta plastica da danneggiare l’apparato digestivo e provocarne il decesso. In totale sono stati trovati nel suo stomaco 29 chili di rifiuti prodotti dagli uomini.

 

Lo riportano le autorità regionali della Murcia che con il Ministero dell’ambiente spagnolo, hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione per frenare l’inquinamento. Basti pensare che nella sola Europa si contano dalle 150 alle 500 mila tonnellate di rifiuti all’anno.

Tags:

Leggi anche questo