Barista veneto a ladri: «so chi siete e dove vivete. Ecco la mia proposta»

Un cartello giallo, scritto a chiare lettere, affisso sia all’estero del locale e sia postato sulla sua pagina Facebook. Vittorio, titolare del bar La Gargote a Cologna Veneta, decide di rivolgersi così ai ladri che hanno fatto razzia a Pasquetta nel suo magazzino rubando, come elenca lui stesso, 4 trapani, 3 levigatrici, un set di chiavi, una motosega, un’idropulitrice, un saldatore colla e un generatore di corrente elettrica.

«Cari ladruncoli, dopo che avevate già fatto un sopralluogo nel mio magazzino, non vi siete accorti che dietro i barattoli di colore posti sopra al pannello rosso c’era un occhio ben attento che vi osservava registrando tutte le vostre azioni. Pensavate di farla franca ma non è così. Per ora non ho fatto denuncia ma so chi siete e dove alloggiate, quindi vi do un’opportunità: o mi fate trovare tutta la mia merce o incaricate il vostro avvocato di farmi pervenire 3000 euro per il danno subito. Vi do 30 giorni a partire da oggi (il post è stato pubblicato il 10 aprile, ndr). Se la transazione bonaria non avverrà, farò vedere il video al mondo intero e alle forze dell’ordine. Dovete sapere che di tutti quelli che hanno commesso reati nel mio locale, nessuno l’ha fatta franca. Chiedete all’ultimo che ha commesso il vostro stesso reato».

 

Tags: , ,

Leggi anche questo