Catullo, ricorso al Tar contro Anac

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

L’assemblea di Aerogest che riunisce i soci pubblici che controllano il 47% dell’aeroporto Catullo di Verona (Cciaa, Provincia e Comune di Verona, Provincia di Trento), ha preso atto della decisione del cda di Catullo spa il 6 aprile scorso, di ricorrere al Tar contro l’Anac. Lo riporta oggi l’Arena. Secondo l’autorità nazionale anticorruzione presieduta da Raffaele Cantone (in foto) Save, la società guidata da Enrico Marchi gestore degli scali di Venezia e Treviso e proprietaria al 40% della società aeroporto Catullo, non avrebbe potuto comprare quote della Catullo senza una gara pubblica.

I soci pubblici hanno inoltre chiesto di vedere i conti della gestione e degli investimenti sull’aeroporto. Aerogest in particolare chiede conto dei dati su passeggeri, ricavi e utile del 2016, 2017 e primi mesi del 2018, con riferimento al piano industriale approvato nel 2015 ed eventuali scostamenti da esso.

Tags: ,

Leggi anche questo