Marghera, 30 residenti dal sindaco: «caccia quel tunisino»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Una trentina di residenti di “Città Giardino” si è recata ieri in Comune di Marghera dal sindaco Gianfranco Bettin per chiedere l’allontanamento di un giovane tunisino accusato di creare disordini ed episodi di violenza in città.Come scrive Marta Artico su La Nuova Venezia a pagina 28, il nordafricano ha picchiato un anziano e un vigile, pedinato e importunato una ragazza, minacciato di tagliare la gola a un cittadino e spaccato da ubriaco fradicio la vetrata di un bar gestito da cinesi. «Sta seminando panico e violenza gratuita, cosa potrebbe fare al prossimo che se lo trova davanti? E se qualcuno reagisce?», hanno denunciato i cittadini.

«Chiediamo che quando accadono incidenti e tuteliamo i cittadini, non veniamo segnalati», hanno aggiunto i gestori del bar che in più occasioni hanno dovuto usare la forza per cacciare il tunisino dai locali. Davanti alle richieste della cittadinanza, Bettin ha promesso che chiederà l’allontanamento coatto del tunisino al Questore e un incontro immediato con le forze dell’ordine.

Tags: ,

Leggi anche questo

  • Lupis Tana

    gli taglierei la mano destra ed il piede sinistro, così non fa più danni. visto che la galera lo detesta.