«Toscani smetta di offendere veneti, valuteremo azioni»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Puntuali come le allergie e i mali di stagione, quasi sempre a ridosso del Vinitaly, appuntamento che probabilmente lo risveglia dal torpore, arrivano le dichiarazioni sconclusionate di un fotografo che approfitta delle luci della ribalta veronesi per guadagnarsi gli ultimi scampoli di notorietà legati ad una carriera ormai avviata verso un declino che appare ormai inesorabile». Lo sostiene in un comunicato Luciano Sandonà, consigliere regionale della lista “Zaia presidente“, a proposito delle nuove provocazioni del fotografo Oliviero Toscani, che sarà presente al Vinitaly con una produzione vinicola. «È giunto il momento – scrive Sandonà – di esprimere formalmente la condanna del consiglio regionale alle aggressioni verbali di Toscani nei confronti del popolo veneto».

Sandonà è il primo firmatario di una risoluzione sottoscritta anche dal collega Franco Gidoni (Lega Nord). «Il fatto che Toscani stia semplicemente cercando una ribalta lo confermano le sue ultime, inaccettabili provocazioni – continua il consigliere -. Si tratta di dichiarazioni gravissime che, prendendo di mira il prosecco, colpiscono al cuore un’eccellenza del comparto agroalimentare del Veneto. Con questa risoluzione, chiedo al consiglio di esprimersi circa l’opportunità di proseguire qualsiasi forma di collaborazione tra il signor Toscani ed enti e istituzioni pubbliche, e di valutare le azioni adeguate, a salvaguardia dell’immagine del territorio veneto e della sua comunità».

Tags:

Leggi anche questo