«Veneti, vi ho reso bevitori responsabili: fatemi una statua»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Sì ci sarò al Vinitaly (…) porterò un bianco frizzante che è sicuramente meglio di quel Prosecco industriale e inquinante, che si beve in Veneto». Così in un’intervista sul Corriere di Verona a pagina 3, il fotografo Oliviero Toscani torna a far parlare di sè dopo le polemiche suscitate negli ultimi anni per le sue esternazioni sui«veneti ubriaconi e atavici alcolizzati». Oltre ad essere presente alla rassegna internazionale con il proprio vino prodotto in una tenuta a Casale Marittimo in provincia di Pisa, Toscani è anche impegnato in Veneto in una campagna di comunicazione che mette in guardia le donne incinte dal bere alcol.

«Con Fabrica (il centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton, ndr) stiamo lavorando ad un progetto con un’associazione e con l’Ulss 2 Marca Trevigiana – spiega il fotografo – Vedete, quando avete dei problemi, sono qua per risolverli. Credo che avrei diritto a una statua per quanto ho fatto per i veneti. L’autore lo dobbiamo decidere, ma mi piacerebbe che sul piedistallo fosse scritto: “Oliviero Toscani che ci ha reso bevitori responsabili”. Non sarebbe bello? E potrebbe inaugurarla il presidente Zaia».

Tags: , ,

Leggi anche questo