Venezia, Brugnaro: «rilanceremo Casinò»

«Voglio esprimere innanzitutto tutto il mio stupore per la bocciatura da parte della maggioranza dei dipendenti del Casinò in relazione alla pre-intesa sul contratto aziendale di lavoro, così faticosamente costruito dopo tante riunioni e incontri». Lo sostiene in un comunicato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro a proposito della sede veneziana di Ca’ Vendramini Calergi, per il momento in mano pubblica.

«Con un lavoro molto serio e puntuale stiamo riuscendo, finalmente, a ribaltare il trend negativo degli incassi e degli utili della CDV Gioco Spa – spiega il primo cittadino lagunare – in totale controtendenza a tutto il settore nazionale delle altre case da gioco. Abbiamo seguito la strada del rilancio del Casinò come da preciso mandato elettorale, operando nell’ottica di provare ed evitare chiusure di sede o riduzioni di personale. Purtroppo, i prossimi pronunciamenti del Tribunale del Lavoro, potrebbero mettere in crisi l’equilibrio economico-finanziario del Casinò, con tutte le conseguenze del caso.

L’Amministrazione comunale, proprietaria della Casa da Gioco – prosegue il sindaco – ha seguito tutte le trattative con le tante sigle sindacali, spesso in disaccordo fra loro. Alla fine si era trovata una sintesi, firmata solo con alcuni sindacati, ma sembra che questo non sia bastato ai lavoratori. Preso atto che non c’è nemmeno unità tra i rappresentanti dei dipendenti, ho deciso, in ogni caso, di tendere la mano, per provare, un’ultima volta, a trovare una quadra con i lavoratori.

Riapriamo, ancora una volta la trattativa, senza che questo faccia pensare che cederemo sull’idea, testarda, del rilancio della Casa da Gioco nell’interesse dei lavoratori, ma soprattutto dei cittadini di Venezia che sono i veri proprietari dell’azienda. Dobbiamo ripartire con la consapevolezza che le organizzazioni sindacali dovranno prima di tutto cercare una sintesi al loro interno per proporre, una volta per tutte, una piattaforma contrattuale completa e condivisa in tutti gli aspetti. Non si può pensare che siano solo la proprietà e l’azienda a dirimere le diverse posizioni sui punti controversi.

Continuerò a seguire da vicino la trattativa nei dettagli. Ci prenderemo il tempo necessario che, però – avvisa Brugnaro – non sarà infinito. Voglio in questa occasione testimoniare l’impegno e la passione che l’assessore, il nuovo gruppo dirigente e alcuni dipendenti stanno profondendo in questo durissimo periodo e che per questo vanno pubblicamente ringraziati. Avremo tempo e luogo per raccontare anche nei dettagli questa attività faticosissima in un ambiente che spesso, al di là delle dichiarazioni pubbliche di disponibilità, si è dimostrato refrattario ai cambiamenti, che invece sono necessari e che già stiamo realizzando. I cittadini stiano tranquilli che i risultati stanno arrivando. Il Casinò sarà rilanciato – conclude il sindaco – come avevamo promesso, nell’interesse di tutti».

Tags: ,

Leggi anche questo