Bassano, preside Brocchi: «no amicizie sui social tra studenti e prof»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il preside del liceo ginnasio G.B. Brocchi di Bassano del Grappa (Vicenza), Giovanni Zen, dopo aver vietato l’uso del cellulare in classe, ha diramato una circolare in cui invita alla prudenza per quanto riguarda i gruppi WhatsApp tra genitori e tra studenti della scuola. Come scrive Raffaella Fiorin a pagina 15 dell’edizione di Vicenza del Corriere del Veneto. «Non si deve mai eccedere – sostiene Zan – . Ad esempio, in qualche gruppo si dà per scontato che dovrebbero essere i genitori a scegliersi i docenti, esprimendo giudizi irrispettosi e che denigrano competenze e ruoli».

Un monito arriva anche per gli insegnanti, che secondo il dirigente non dovrebbero accettare l’amicizia su Facebook da parte dei propri studenti. «Non metto in discussione la buona fede dei docenti che attraverso i messaggi su Whatsapp o l’amicizia su Facebook comunicano con gli studenti , a volte lo fanno per dare semplici informazioni sulle lezioni o sui compiti per casa – ha spiegato il preside Zen – ma in un contesto scolastico credo sia più opportuno rapportarsi di persona. Perché questi strumenti digitali sono una piazza aperta sul mondo e ogni parola scritta può essere estrapolata e diffusa rapidamente. Gli adulti siamo noi – conclude Zen – e il nostro ruolo educativo dev’essere preciso e chiaro».

(Ph: Facebook – Liceo Brocchi Alumni Network)

Tags: ,

Leggi anche questo