«Basta promesse, Venezia va liberata da piaga Grandi Navi»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Ci risiamo: tanti annunci, tante promesse e poi non cambia nulla. Anzi, le grandi navi continueranno a violentare senza alcun problema Venezia e l’ecosistema della laguna. Perché? Semplicemente perché l’ordinanza varata dalla Capitaneria di porto di Venezia, d’intesa con il ministero e il provveditorato alle opere pubbliche del Triveneto, si basa su un giochino che non sposta di una virgola gli equilibri». Lo sostiene in un comunicato il gruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale del Veneto, aggiungendo: «grazie allo scambio fra la riduzione delle emissioni in atmosfera e la stazza delle navi, infatti, il numero dei mostri del mare che invaderanno la città più bella del mondo diminuirà appena di qualche unità.

A giustificare il giochino – prosegue la nota – pensa l’algoritmo utilizzato per definire i nuovi flussi nell’ordinanza. Come se il danno causato dalle grandi navi riguardasse solamente le emissioni in atmosfera e non gli sconquassi provocati dal transito di queste montagne galleggianti: rive, canali, laguna e il delicato equilibro di Venezia continueranno a risentire del passaggio delle grandi navi, alla faccia delle promesse del ministro Delrio e di tutte le “balle” che sono state rifilate ai veneziani in questi anni. Ma noi non molliamo – conclude il comunicato – e faremo tutto quello che è in nostro potere per liberare Venezia da questa piaga».

Tags: , ,

Leggi anche questo