Toscani e i veneti, Usl Treviso: «mai collaborazioni con lui»

Ieri al consiglio regionale del Veneto è stata presentata una risoluzione praticamente dedicata a una persona sola: il fotografo Oliviero Toscani. Le sue ultime dichiarazioni sui veneti e il loro rapporto con il vino infatti sono state ritenute offensive. Come scrive Fabiana Pesci sul Mattino di Padova a pagina 11, nemmeno l’Usl 2 di Treviso ha gradito il riferimento alle mamme incinte che non rinunciano a bere alcolici nemmeno durante la gravidanza e ha dciso di prendere provvedimenti.

«L’azienda Usl 2 Marca Trevigiana non può condividere le affermazioni fatte su generalizzate abitudini dei Veneti e sottolinea come non abbiano nulla di costruttivo, sottolineando piuttosto i risultati che emergono da un giusto approccio culturale anche contro l’uso smodato di alcol in generale» scrive l’Usl in un comunicato. Oltretutto i meriti di Toscani nella campagna di prevenzione sarebbero inesistenti: «non vi è in corso alcuna collaborazione tra l’Usl 2 e il signor Oliviero Toscani per quanto riguarda il progetto “Mamma beve, bimbo beve” o altre iniziative che riguardino la prevenzione dell’alcolismo. Il progetto – prosegue l’Usl – è stato avviato nel 2010 e, nella sua prima edizione e nel 2014, contò sulla collaborazione di Fabrica, senza alcun coinvolgimento di Toscani. Ogni eventuale ipotesi di collaborazione -conclude il comunicato – è da escludersi per l’atteggiamento stesso di Toscani che con le sue dichiarazioni dimostra di non comprendere il senso stesso di “Mamma beve, bimbo beve”».

Tags: ,

Leggi anche questo