Siria, Fratoianni: «nè con Assad nè con Putin»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

L’attacco missilistico congiunto di Usa, Regno Unito e Francia in Siria scatena il dibattito interno alla sinistra pacifista che si interroga su che posizioni prendere dopo il presunto attacco chimico di Damasco a Douma e la reazione militare occidentale. «Non dobbiamo guardare se stare con Putin o Assad, ma ripeto, soltanto: l’unico alleato possibile sono i civili che muoiono, tanti sono bambini», commenta sul Corriere della Sera a pagina 6 il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni.

Per Fratoianni il movimento pacifista si è ormai dissolto ma «Non solo in Italia – precisa – Credo che dopo che milioni di persone sono scese in piazza per la pace si è verificato un fenomeno di rinculo».

(ph: sinistralavoro.it)

Tags:

Leggi anche questo