«Vinitaly, Pinot grigio delle Venezie: unica doc per Triveneto»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il debutto al Vinitaly del distillato della prima vendemmia del Pinot grigio doc delle Venezie è stata salutato con soddisfazione ed orgoglio anche dall’assessore all’agricoltura del Veneto, Giuseppe Pan (primo da sinistra in foto). «Quando abbiamo iniziato il percorso verso la nuova Doc interregionale del Pinot grigio, due anni fa, c’erano molte incognite e titubanze. Oggi possiamo dire con orgoglio “sfida vinta”. anche gli scettici devono riconoscere che aver ricondotto sotto un unico marchio il vino bianco italiano per eccellenza prodotto nelle Tre Venezie è una riuscita operazione di promozione, valorizzazione e marketing», dichiara Pan in un comunicato della Regione Veneto.

Pan ha sottolineato in particolare il successo del nuovo “brand” sintetizzato nel marchio del Consorzio Doc che debutta al Vinitaly 2018: un ferro da gondola o pettine, emblema di Venezia e della Serenissima, con tre denti, che simboleggiano le tre regioni (Veneto, Friuli Venezia Giulia e Provincia autonoma di Trento) che hanno dato vita alla nuova denominazione “delle Venezie”, che si estende dalle Dolomiti al Carso, dal lago di Garda all’Adriatico. «Questo marchio, che comunica con immediatezza la forte identità territoriale della più grande doc italiana – commenta Pan – identifica ben 70 etichette e garantisce l’origine e la tracciabilità dell’intera produzione del Triveneto. Una produzione di prestigio che, anche grazie a questa operazione che non è solo nominale ma porta con sé un deciso investimento in disciplinari, qualità e rese ottimali, ha già conquistato l’attenzione dei consumatori a livello mondiale, visto che la quasi totalità del Pinot grigio prodotto nel Triveneto prende la strada dell’estero».

Tags: , ,

Leggi anche questo